Danieli firma a Mosca il contratto per i nuovi impianti Mmk

Jan 19, 2022

Il Gruppo friulano ha deciso inoltre di investire negli Urali, cuore dell’industria metallurgica russa, avviando un centro servizi

Di Federico Piazza

 

Nuova importante commessa russa per Danieli, con cui il Gruppo friulano potenzia la sua presenza anche nel mercato delle tecnologie per gli acciai piani.

Si tratta di un progetto da oltre 100 milioni di euro della durata di 5 anni con il produttore siderurgico MMK (Magnitogorsk Iron & Steel Works Pjsc), che prevede la costruzione di quattro nuovi forni di riscaldo per bramme per il treno nastri 2000 dell’acciaieria di Magnitogorsk nell’oblast di Čeljabinsk degli Urali meridionali.

Un contratto ufficializzato lunedì 17 gennaio a Mosca, con la firma dell’amministratore delegato di MMK Pavel Shilyaev e del presidente di Danieli Russia Antonello Colussi alla presenza dell’ambasciatore italiano nella Federazione Russa Giorgio Starace.

Con questa commessa l’azienda italiana leader mondiale nel settore degli impianti siderurgici porta in Russia la tecnologia di Danieli Centro Combustion spa, l’unità del Gruppo con sede a Genova e centro di eccellenza mondiale per i forni di riscaldo e trattamento dell’acciaio.

Danieli ha inoltre deciso di investire nel Metal Cluster Italia-Russia nell’oblast di Sverdlosk, sempre nella regione mineraria degli Urali. Sottolinea Colussi: “Il Gruppo sta massicciamente intensificando la propria presenza negli Urali, cuore dell’industria metallurgica russa dell’acciaio e dell’alluminio, dove Danieli installerà un nuovo centro servizi di cui beneficerà particolarmente anche il cliente MMK”.

 

L’articolo completo su Nord Est Economia

 

recent focus